"Shakespeare" di Elchin



E se il teatro fosse la forma migliore di cura per l'animo umano? Questo è il messaggio che è arrivato al pubblico tranese che sabato 14 e domenica 15 ha assistito allo spettacolo "Shakespeare" di Elchin per il festival Shakespeare in the Castle.

Lo spettacolo organizzato come un workshop spettacolarizzato si è articolato in modo itinerante, spostandosi all’interno delle sale del castello svevo e trascinando letteralmente il pubblico che grazie alla notevole bravura dei protagonisti, interpretati da: Zulima Memba nella parte del primario, Angelo Petrone nella parte del dottore, Lorenzo Talotti nella parte dell’inserviente, Guido Silveri nella parte della Moglie/Marito, Daniele Ciglia in quella di Stalin, Patrizia Di Fulvio momentaneamente nella parte di Sarah Bernhardt, Anna Pieramico nella parte di Barra 13 e Giulio Scocchia in quella del marziano ha potuto vivere in prima persona la realtà storica ed umana nascosta nel testo di Elchin.
Questo spettacolo è stato curato per la regia da Patrizia Di Fulvio e con la supervisione di Gianpiero Borgia.
Elchin è una delle voci più note del teatro e della letteratura azera, il suo testo “Shakespeare” è una commedia che si sviluppa in dieci scene e che racconta la storia di alcuni pazienti di un ospedale psichiatrico affetti da disturbi di personalità, dai quali inizieranno a guarire grazie alla passione di un nuovo paziente per le opere di William Shakespeare. Si nota il forte messaggio dell’autore nel voler far capire come il teatro e l’arte in generale possano non solo allontanare da una realtà poco piacevole, ma soprattutto farci riavvicinare al nostro vero essere.

Per la prima europea di “Shakespeare” in rappresentanza di Elchin è arrivata sua figlia Gunay Afandiyeva, presidentessa della Turkic and heritage foundation che si occupa del recupero e del patrimonio culturale della Turchia.



Post popolari in questo blog

Sulle orme di San Gaspare Del Bufalo: i luoghi della sua vita - La chiesa del Gesù

Intervista a Vittorio Matteucci - Notre Dame de Paris

Peter Pan Il musical al Teatro Brancaccio - Emozioni